comitatobelluttipres
comitatobelluttipres

Per maggiori informazioni, contattaci:

comitatobelluttipresidente@gmail.com

Comitato Bellutti Presidente 2020-2021 @ tutti i diritti riservati


facebook
instagram
twitter
whatsapp

Intervento di Vera Pegna

Presidente onoraria del 

Comitato Bellutti Presidente

Chi è Vera Pegna

Non avrei mai pensato di accettare la carica di presidente onorario a sostegno di un candidato alla presidenza del CONI, tanto il mondo dello sport mi è estraneo, intendo quello sport agonistico che vediamo in televisione, come spettacolo, con atleti quasi sempre sorridenti e vincenti. Ma ecco che Antonella Bellutti, pur con i suoi fantastici successi agonistici, ci parla di uno sport diverso, di uno sport che riguarda tutti, dall’infanzia alla vecchiaia, quello che “favorisce la salute, il benessere, lo stile di vita attivo, il senso di appartenenza, la coesione sociale”. Punti che mi stanno a cuore, in cui mi riconosco e che, vi confesso, non avrei mai associato allo sport.

Ma c’è qualcosa di più che mi ha indotto ad avvicinarmi a questo mondo sconosciuto. Ci ricorda Antonella che, una volta riconosciuto il legame indissolubile fra la salute la pratica sportiva, è ovvio che lo sport “si inserisce implicitamente nella logica costituzionale, in quanto “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività”. 32 cost.” Da lì a riconoscere che lo sport è un diritto universale il passo è breve.

Tanto più che, a ben leggere il Manifesto di Antonella, vediamo che le buone pratiche (oggi carenti o inesistenti, penso all’educazione fisica nelle scuole) da lei indicate a sostegno di un’attività fisica garantita a tutti i cittadini e tutelata dalle istituzioni, non sono pii desideri ma sono rese possibili dal fatto che “è  compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l'eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana…” 3 cost. (e l'effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all'organizzazione politica, economica e sociale del Paese). Dunque è compito nostro lavorare affinché ciò avvenga, e lo possiamo e dobbiamo fare anche scegliendo le persone giuste da mettere nei posti giusti.

Il termine di uguaglianza ricorre a più riprese nel testo di Antonella e ricorderete che il principio di uguaglianza tra tutti i cittadini viene assunto come un diritto fondamentale dalla nostra costituzione. Ebbene, averlo introdotto in un testo che riguarda lo sport e averlo fatto non solo in senso stretto, cioè per abolire le disuguaglianze fra atlete e atleti, ma con una portata più ampia e lungimirante significa sottolineare che lo sport non vive in un feudo a sè stante ma fa parte a pieno titolo della vita democratica del Paese.

 

Dunque una visione dello sport di largo respiro, con i suoi risvolti politici, culturali, di legalità democratica, è una visione nella quale mi riconosco pienamente. Perciò, Antonella, ho accettato convintamente, anzi, con entusiasmo di sostenere la tua candidatura alla presidenza del CONI. Conoscendo la serietà e la tensione morale che ti caratterizzano e la dedizione con la quale hai sempre svolto i tuoi impegni, non posso che augurare al CONI di averti come Presidente.

scarica l'intervento di Vera Pegna in pdf

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder